ricette

Filetto di maiale in padella abbinato al Tanca Farrà Sella & Mosca

Filetto di maiale in padella abbinato al Tanca Farrà Sella & Mosca
Filetto di maiale in padella abbinato al Tanca Farrà Sella & Mosca
Filetto di maiale in padella abbinato al Tanca Farrà Sella & Mosca

Ingredienti

  • 600 g Filetto di maiale
  • 70 g Sciroppo di acero
  • 10 g Aceto di vino bianco o rosso
  • q.b. Acqua
  • q.b. Paprika affumicata
  • q.b. Aglio in polvere
  • q.b. Pepe nero
  • q.b. Sale
  • q.b. Olio extravergine d’oliva

Iniziate con l’asciugare il filetto di maiale con una panno asciutto pulito o con della carta da cucina. Disponetelo su una teglia e cospargetelo abbondantemente di paprika affumicata .Assicurandovi che alla fine sia completamente speziato.

Dopo questo passaggio, versate in una pentola dell’olio extravergine di oliva, fatelo scaldare e disponete la carne. Fatelo rosolare molto bene la superficie su tutti i lati, in modo che la carne conservi i succhi e non diventi secca. Cercate di dorarla il più possibile durante la cottura sfumatela carne con dell’aceto. Intanto in un contenitore mescolate lo sciroppo d’acero con l’aglio e ancora un po’ di paprika affumicata e versate un po’ di questo composto sulla carne facendo cuocere con il coperchio semichiuso per circa 10 minuti facendo attenzione che lo sciroppo non si asciughi, successivamente rigirate la carne e versate il restante sciroppo.

A fine cottura , spegnete la fiamma e lasciate intiepidire un po’ il filetto di maiale cotto in padella prima di tagliarlo e servirlo.

VINO IN ABBINAMENTO:

Alghero Riserva DOC Tanca Farrà 2017 Sella & Mosca

Alla vista si presenta di rosso rubino intenso con sfumature granata. Al naso si avvertono sentori di frutta rossa matura, amarene sotto spirito e un leggero richiamo di macchia mediterranea. Il tutto esaltato dalle eleganti note speziate che rimandano al pepe rosa, alla liquirizia, al cacao. In bocca presenta un sapore pieno e fiero, qui si ritrova tutta la forza della terra ferrosa ed argillosa in cui è coltivato. Al palato è equilibrato ed armonico grazie ad u tannino morbido  e sofisticato e ad un delicato retrogusto vanigliato.

Perfetto per accompagnare piatti al ragù di carne e arrosti o carni in umido.

Related Posts

Lascia un commento